“Domanda&Risposta: 4. Come si entra in una nuova relazione? La questione della fiducia”

4.jpg

Prima di entrare in una nuova relazione, come primo passo dobbiamo ricostruire la fiducia in noi stessi. Che significa nello specifico?

L’aver vissuto una relazione tossica ha fatto si che la nostra connessione interna venisse meno. La dissonanza cognitiva e quindi la confusione perenne che ci ha accompagnati in quella relazione malata, ha fatto sì cheh ci sentissimo sempre messi in dubbio, sempre sbagliati, assolutamente non lucidi. Il sentirsi “pazzi” perché abbiamo creduto alle parole stupende del Narcisista che poi non si concretizzavano mai in fatti, avere avuto a che fare con un muro di gomma con cui comunicare era impossibile, avere avuto sempre quel sottofondo di senso di colpa perché il periodo d’oro non tornava mai, è chiaramente il contrario dello stare bene con se stessi.

È il contrario dell’autoalleanza, dove testa e cuore sono allineati e le nostre parti integrate.

Quindi, viene da sé, che per prima cosa bisogna ritornare ad avere un buon colloquio con le nostre parti interne (la nostra parte bambina, la nostra parte saggia, la nostra parte forte, quella più debole ecc ecc) e far si che queste comunichino e trovino dei compromessi tra loro,altrimenti dentro di noi regnerà per sempre il caos.

Dobbiamo capire quali sono i nostri bisogni emotivi e provare a soddisfarceli da soli, per evitare di finire per chiedere a chi incontriamo di fare questo sforzo per noi (e di essere in balia- per causa di forza maggiore- di quella persona a cui abbiamo dato questo ruolo).

Rafforzare l’autostima è la chiave, ovvero capire cosa è buono per noi è cosa non lo è ed essere fedele a queste nuove informazioni che ci riguardano.

Come secondo passo, dobbiamo assolutamente differenziare dentro di noi l’Amore dall’Attaccamento.

La relazione tossica è attaccamento. Non poter vivere senza l’altro, è attaccamento.

Aspettarsi che i nostri bisogni profondi vengano soddisfatti dall’altro è attaccamento.

Amare in maniera sana è entrare in relazione quando stiamo bene con noi stessi e quando l’altro è un “di più”, sembra una banalità ma è così.

Quando c’è scambio equo è Amore, non la sensazione di avere le farfalle nello stomaco che volano via non appena lui non risponde ad un messaggio.

Per questo è importante fare un percorso terapeutico che ci permetta di essere emotivamente autosufficienti.

Altrimenti basterà una moina fatta bene dal Vampiro di turno a farci credere che la felicità sia stare in coppia e che stare da soli è l’inferno.

Ma stare in coppia senza amarsi da soli e senza essere presenti a noi stessi, è il vero inferno, lo sappiamo bene, no?

In sintesi, per entrare in una nuova relazione dobbiamo per prima cosa tornare a fidarci di noi stessi (se non più di prima), imparare ad ascoltarci e a non metterci troppo in dubbio quando sentiamo che qualcosa dell’altro non ci convince. Dobbiamo credere alle nostre intuizioni.

E poi, dobbiamo imparare a riconoscere se stiamo amando una persona oppure se ne siamo stati agganciati e,quindi, stiamo vivendo un attaccamento.

Per ascoltare l’articolo, clicca sul video 🙂

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...