“Domanda&Risposta: 7. Qual è la nostra ferita che ci rende prede perfette per il Narcisista e che dobbiamo mettere a fuoco per guarire?”

7.jpg

Il Narcisista che abbiamo avuto la sfortuna di incontrare è, in realtà, una risorsa importantissima per capire che, se siamo finiti con tutte le scarpe nel suo inganno, qualcosa di irrisolto in noi esiste.

Il Narcisista ha la funzione di cassa di risonanza, è il mezzo che concretizza tutte le nostre paure più profonde, che generalmente sono tre: la paura di essere umiliati, traditi e abbandonati. E lui, magia delle magie, renderà tutto terribilmente vero.

Ci umilierà nella fase di svalutazione, ci tradirà perché per quanto dica che noi siamo “le sole ed uniche”, in realtà conduce sempre una doppia vita e, ciliegina sulla torta, ci abbandonerà, o, più propriamente, ci scarterà come un vecchio paio di scarpe usate.

Tutte queste paure che noi abbiamo, e che lui fiuta a distanza, vengono da molto lontano.

In linea generale abbiamo tutti paura dell’abbandono, ma chi lo ha provato nell’infanzia ne ha di più.

Nessuno vuole essere umiliato, ma chi è stato umiliato nell’infanzia ne ha di più.

Nessuno vuole essere tradito, ma chi è stato tradito da un genitore nell’infanzia ne ha di più.

Dobbiamo guardare in faccia queste paure e capire da dove vengono, perché solo così potremo guarire.

Siamo ora abbastanza grandi per capire che nessuno ci abbandona se ci siamo noi con noi stessi. Che nessuno può tradirci se noi siamo presenti a noi stessi. Che nessuno può umiliarci se noi per primi ci amiamo e siamo sicuri di noi.

Dobbiamo diventare quell’adulto che ci rassicura e che ci è mancato nell’infanzia. Dobbiamo diventare il genitore di noi stessi e, se tanto mi dà tanto, dobbiamo trattarci anche come se fossimo il nostro stesso figlio.

Con amore e rispetto incondizionati. Dobbiamo conoscerci (e per questo, ripeterò sempre, fare terapia psicologica è una mano santa), capire quali sono le nostre ferite narcisistiche – provenienti da una famiglia disfunzionale di origine- che attirano il Vampiro Emotivo come il sangue attira lo squalo nell’Oceano.

Se noi commettiamo l’errore di delegare al prossimo il compito di “guarirci”, finiremo all’infinito in relazioni tossiche perché, che ci piaccia o no, non tutti sono lì per ferirci, ma qualcuno che vuole farlo esiste e si approfitterà di questo stato di “sbando” in cui, se non ci conosciamo bene, finiremo per causa di forza maggiore.

Per ascoltare l’articolo, clicca sul video 🙂

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...